Oggetti inanimati, avete voi dunque un’anima?

2012/Installazione/ Oggetti e pennarello su pannello di legno o wall drawings/ dimensioni variabili

L’installazione Oggetti inanimati, avete voi dunque un’anima? , che riunisce diverse “maschere”, oggetti grezzi non trasformati, ma con un forte potenziale espressivo e simpatico, si pone il quesito dell’incontro con l’oggetto: il primo interesse, lo scambio, la storia e le referenze personali, che fanno restare di stucco sia l’artista che lo spettatore, l’emozione dalla quale può’ nascere il cambiamento dello sguardo.

Sfuggendo alla discriminazione sull’aspetto fisico, all’abbandono per inutilità o deterioramento, questi oggetti si ritrovano umanizzati, come se gli artisti se ne fossero riappropriati per poi reintrodurli in mezzo agli uomini.

Inoltre, l’installazione Oggetti inanimati, avete voi dunque un’anima? s’interroga su cosa fa l’arte – scandaglia il luogo laddove inizia e dove finisce il gesto creatore.

In questo senso essa é particolarmente rappresentativa delle ricerche e del lavoro del connettivo KKF/Keskon Fabrique.