Il cavallo dei tre,
Omaggio a Homer

2013 / Legno, piastra metallica / h. 114 cm x L. 120 x l. 26 cm

Il cavallo dei tre, che designa i tre soci fondatori del tessuto connettivo KKF, permetterà loro di entrare nel mondo dell'arte senza che nessuno se ne accorga, come il cavallo di Omero ha permesso ad Achille di attraversare le porte invalicabile di Troyes.

La splendida Troyes è oggi per la maggior parte degli artisti del mercato dell'arte opaca e misterioso. Affrontando questa opacità, Il cavallo dei tre avanzamenti nella sua trasparenza e la leggerezza di tono. Dove il cavallo di Omero si basa sul carattere massiccio e astuzia, quella fabbrica di Keskon basa il suo approccio su prove – la semplicità e l'accessibilità – e pienamente consapevole della natura dell'avversario.

Cette sculpture s’inscrit également dans le « Touch art » du KKF, des « œuvres à toucher » participatives : il pubblico è invitato qui a mettere in movimento dalla pressione sulla colonna vertebrale che lancerà l'animale al galoppo. Questo cavallo animato simboleggia la progressione rapida di alcuni artisti, ma anche la velocità del fatturato in ambito artistico, la corsa al successo, e incarna la necessità per gli artisti di andare sempre avanti.

Basato sul coinvolgimento dello spettatore, l'ingegnosità della manovra del cavallo dei tre per entrare nel mondo dell'arte è quello di chiedere il riconoscimento da parte del pubblico.