Morte in rosa e i cardi masterizzazione
Il giardino della rotto, 2015
Installazione

Morte in rosa, La morte è un b * tch, 2015

Tela cerata, falso, bicromato di potassio, treppiede in acciaio, in alluminio, PVC, plastica, schiuma, polistirolo, pasta modella, Skai, energia elettrica / H. 250 cm x l. 230 cm x p. 110 cm

Cardi ardenti, 2015

Mostrine in plastica e acciaio, in ottone, Tubi in PVC, Reattanze metallo, cemento, energia elettrica / H. Moy. 200 cm x d. max 40 cm
14 copie, pezzi unici

Installazione del giardino del rotto, composto della scultura monumentale Morte in rosa, La morte è un b * tch e un pubblico di Cardi ardenti, offre una veduta insolita di morte, presentato qui in attento giardiniere, guardando teneramente sopra sue piantagioni e in attesa che crescono per essere in grado di falciare giù li.

Caratteristica dello spirito e il processo creativo del KKF, Questa proposta artistica si basa sul dirottamento, Gran parte del materiale a partire dal simbolico.

Il lavoro di diversione del materiale, base per la creazione di artisti, è stato qui a nobilitare materiali particolarmente poveri, come plastica e PVC : la toile cirée a l’allure de la résine, les tiges des chardons en tubes PVC prennent un aspect métallique.

D’un point de vue symbolique , c’est au détournement de l’image traditionnelle de la mort que Keskon Fabrique nous invite : revendiquant un art résolument sympathique, les artistes vont jusqu’à rendre la mort aimable et drôle. Sa couleur choisie, le rose, donne son titre à l’œuvre La mort en rose, en référence inversée de la chanson La vie en rose, revisitée à l’occasion de cette création. Loin des ténèbres, la morte del KKF è brillante, vivo, e offre il lusso di leggerezza, incarnato in un corpo per i provocatori zoppo, porta il sottotitolo della morte è un b * tch. Morte in rosa e la sua ardenti cardi ci offrono così paradossalmente la visione di un paradiso.